mercoledì 25 luglio 2012

Chapter 3. #New.

Sto ripetendo il primo anno di liceo, purtroppo l'anno prima la mononucleosi mi aveva fatto saltare due mesi e più di scuola, i voti che avevo erano buoni, mi volevano semplicemente rimandare.  Ma ho chiesto io al preside di farmi ripetere l'anno, avevo perso le spiegazioni più importanti e magari in un'estate non sarei riuscita nemmeno a recuperare tutto.  Anche con i miei amici non avevo legato molto, sono rimasta in contatto con pochi di loro. 
Quest'anno i miei voti sono nella media, oscillano fra il sei, il sette e l'otto, il minimo che ho preso fino ad ora é stato un cinque. Riesco ad organizzare bene lo studio nonostante ho vari impegni pomeridiani che in teoria dovrebbero distrarmi. Tre volte alla settimana per due ore devo andare a fare pattinaggio artistico a rotelle, partecipo anche a competizioni a livello internazionale (naturalmente serie c). Almeno una volta alla settimana devo andare al 'garage' a provare alcune canzoni con la piccola band di cui faccio parte, spesso il sabato sera suoniamo nei bar vicino casa.  Poi invece quando mi chiamano devo andare a fare la baby sitter, almeno metto qualche soldo da parte per le mie spese.
Nel tempo libero invece vado al parco, al centro di Roma o per negozi con le mie amiche o col mio ragazzo, Francesco.  Stiamo insieme dall'anno scorso, lui é un anno più grande di me.
La sera non esco molto, giusto il sabato o quando c'é qualche occasione. 
Casa mia non é molto grande, anzi.  Mamma ha dovuto cedere la sua camera per far una cameretta a me e a mio fratello Giovanni. I miei sono separati già da qualche anno, io e mio padre abbiamo un rapporto complicato, quasi fossimo parenti alla lontana. Ho anche una sorella un pò più grande di me, si chiama Laura.  E' nata da un precedente matrimonio di mio padre.  Io e lei siamo molto attaccate, nonostante non viviamo vicine.
La cameretta é praticamente la mia vita. Faccio tutto lì, dai compiti alle esercitazioni di canto, dallo scattare foto all'ascoltare la musica a tutto volume.  A volte riesco anche a provare qualche passo della coreografia di pattinaggio. L'anta dell'armadio con quei pochi mobiletti che ho miei sono interamente occupati da fotografie, attestati, poster, biglietti dei concerti e roba varia.  Si capisce subito che mi piace molto Laura Pausini dalla musica che ho nell'mp3, da quello che canto con la band e anche dalle numerose icone e poster che ho.
Il mio migliore amico, Simone mi ha fatto per regalo di compleanno un poster creato da lui usando photoshop con le varie foto della Pausini, le mie preferite.
E poi c'é lo scaffale dei libri e dei film sacri che abbiamo fatto io e Giovanni: saga Twilight e Harry Potter in bella vista, più le videocassette che adoravamo da piccoli, dei dvd e alcuni libri.  Il nostro 'tesoro'.
Giovanni ha vent'anni, é il fratello maggiore che uno desidera: comprensivo, scherzoso, divertente, figo, con la battuta pronta e sempre pronto ad ascoltarti e a darti consigli. Lo adoro. 
Poi ci sono mia madre e mia nonna materna, loro sono i miei veri punti di riferimento.  Mamma é una persona dolce e comprensiva, introversa all'apparenza, la stimo molto perché se ne frega di quello che pensa la gente e va avanti, sempre.  E poi sta crescendo due figli da sola, riesce a non farci mancare niente, anche se poi il suo stipendio é come quello di qualsiasi impiegata.
Mia nonna invece é sarda, é venuta ad abitare qui a vent'anni.  Lei sa sempre come strapparmi un sorriso, sembra dura da fuori ma in verità ha un cuore grandissimo e una pazienza infinita.  Non ti fa un complimento nemmeno se ti ammazzi, però magari quando non ci sei parla molto bene di te.  Mi fa capire sempre la via giusta da intraprendere oppure come reagire in determinate occasioni.
Ma nonostante la vita caotica che ho sono felice.  Felice di avere una famiglia matta come questa, felice di essere così incasinata dalla mattina alla sera, felice di avere delle persone a fianco che tengono realmente a me. 
Ma da sempre sò che l'Italia, nonostante le bellezze invidiabili da tutto il mondo che ha, nonostante i suoi alti e bassi e nonostante sia la mia terra, non é il posto che fa per me.

Nessun commento:

Posta un commento