mercoledì 18 luglio 2012

Chapter 2. #New.

Quel giorno a scuola la nostra professoressa di spagnolo si presentò in classe con dei fogli in mano, noi eravamo presi dal panico pensando fosse un compito a sorpresa.
-ragazzi, tranquilli... pensate che io possa farvi una cosa del genere? Non ho bisogno di compiti a sorpresa per vedere se studiate con costanza.- disse lei, tutti tirammo un sospiro di sollievo. -Bene bene.  Ho dei moduli qui. Adesso ve li distribuisco e ne parliamo.- continuò.  Moduli? Ma che...?
Il modulo arrivò anche a me.  Era in inglese, era un vero e proprio questionario.  Il mio sguardo si soffermò sul titolo "Penfriend Requests.". Richiesta per amico di penna ma cos'è?- chiesi alla mia compagna di banco nonchè una delle mie migliori amiche.
-ah boh! Se non lo sai tu Cla, io davvero non sò che dirti!-  disse lei, confusa tanto quanto me.
-sicuramente vi starete chiedendo cosa siano dei penfriend, o cosa c'entrate voi con tutto questo.  Bene ragazzi dovete sapere che io a tutte le prime che ho consegno questo modulo, lo faccio compilare e poi lo mando all'agenzia che controlla se é tutto a posto e se si può iniziare la ricerca di un penfriend.- disse la prof, soltanto che Matteo la interruppe: -prof, la prego vada al punto!- la pregò.
-stavo dicendo- continuò lei irritata: -vorrei che richiedeste ognuno un penfriend per imparare meglio la lingua, potrete scrivergli, chattare in webcam, parlarci.. vi assicuro che l'agenzia é la più seria in assoluto, controlla ogni minimo particolare, specialmente se quello che scrivete sono bufale e in base ai vostri requisiti vi troveranno il penfriend che avete richiesto.  Vi assicuro che il loro efficiente sistema di ricerca è stato approvato e confermato da moltissima gente (anche potenze mondiali) proveniente da ogni parte del mondo.  Io spero vogliate acconsentire, é una bellissima iniziativa, potrete fare amicizia, imparare nuove cose, vedere paesi diversi.. chi vuole può compilarlo e consegnarmelo ora il modulo, oppure ci pensate. Chi vuole potrà spedirlo da solo agli indirizzi che troverà nel sito ufficiale. Detto questo, iniziamo la lezione.- concluse la professoressa.  Ma naturalmente eravamo tutti molto impegnati a parlare dei penfriend al posto che ascoltare la lezione.
-io non lo sò se lo compilo... sono troppo pigra per scrivere due righe consultando ogni due secondi il dizionario, visto e considerato che a me lo spagnolo non mi fa impazzire.- disse Silvia, fissandomi. E' pigra, lo so bene, solo io posso farle cambiare idea.  Ed in fondo é quello che vuole: che la convinca io. 
Ma io invece non ero connessa in quel momento. Stavo ragionando e fantasticando, cosa che ultimamente mi succede spesso.  Non era una cattiva idea quella di cercarmi un amico o un'amica spagnola, avrei certamente migliorato la pronuncia, avrei imparato anche a parlarlo meglio. E poi magari lei o lui mi avrebbe presentato i suoi amici e...
Silvia mi riportò alla realtà.  -ei, tu che ne pensi?-
-ahh, ehm io... non saprei Silvi.- le dissi.  Stavo ancora con la testa fra le nuvole.
-Cla... a che stai pensando?- chiese, guardandomi con aria investigativa.  Aveva capito che stavo pianificando qualcosa oppure che fantasticavo sul fatto di avere una penfriend.  Tornai alla realtà.
-perché non vuoi accettare? É figo. Avrai un qualcuno che ti insegnerà la lingua e magari potrai anche andarlo a trovare.. la trovo carina come idea.- dissi.  Lei mi guardò di sottecchi.
-spero scherzi.  Quello é il tuo mondo, non il mio.- mi disse seccata.
- Ah. Magari potresti scoprire che é anche il tuo mondo.  E poi non deve essere per forza spagnolo... ci sono molte altre lingue.- le spiegai, guardando il foglio.
Silvia sapeva che io avevo il desiderio di andare a vivere in Spagna, un giorno, e magari farmi una vita li.  Di conseguenza aveva capito che avere qualche amico li poteva essermi d'aiuto, un giorno.
-Claudia questa.é.la.tua.occasione.- mi disse scandendo bene le parole: -a me non importa.-  prese il suo foglio, lo piegò e lo mise in mezzo alle pagine di qualche libro nella cartella.
-Sai che penso? Che dovresti compilarlo.- mi consigliò. 
-ci devo pensare Silvia. É una bella cosa ma.. non lo sò.-.
Ci avrei pensato su.  Nel frattempo feci come Silvia. Piegai il modulo e lo misi in qualche libro.

Nessun commento:

Posta un commento